Il 4 maggio 2012 è stato stipulato un Protocollo d’intesa tra Comune di Genova e Ministero per le attività culturali finalizzato alla concessione in comodato gratuito alla Biblioteca Universitaria di Genova della raccolta libraria del Prof. Edoardo Sanguineti (Genova 1930 – 2010).  

A seguito di incontri e accordi intercorsi con la famiglia Sanguineti e nell’ottica di assicurare quanto prima alla città di Genova la fruizione di una biblioteca di così alto valore bibliografico, erano intanto iniziate, nel febbraio 2012, le operazioni di inscatolamento e di trasferimento presso la biblioteca di un primo lotto concordato di circa 6.000 volumi.

Al fine di rispettare il desiderio più volte espresso sia dalla famiglia sia dagli studiosi più vicini a E. Sanguineti, si è deciso di rispettare per quanto possibile, sia  la disposizione degli ambienti della casa  sia la collocazione dei volumi sui singoli scaffali. In quest’ottica e con l’intento di testimoniare la disposizione originale della raccolta è stato effettuato, prima di procedere a qualsiasi prelievo, un accurato servizio fotografico.  

L’appartamento è stato quindi suddiviso in cinque sezioni seguendo la distribuzione del materiale librario:  Studio A, Studio BCorridoioCamera da letto matrimonialeCamera dei figli.

Sotto la costante supervisione della Sig.ra Luciana Garabello, vedova Sanguineti, ed attenendosi alle sue indicazioni, si è provveduto alla selezione dei testi collocati nello Studio A.

Risultano ad oggi  prelevate n.  88  scatole, per un totale di  5.378  volumi nello studio A e n. 10  scatole  per un totale di  749  volumi nel corridoio.

Il trasloco è stato effettuato secondo le seguenti modalità, concordate con la famiglia e con il Comitato tecnico scientifico:

♦  Inventariazione dei volumi
♦  Numerazione di ogni scatola e elenco dei volumi ivi contenuti redatto in duplice copia.

Criteri adottati

I criteri adottati, al fine di mettere in rilievo le segnalazioni autografe e le note  presenti all’interno dei singoli volumi, scongiurandone eventuali, accidentali dispersioni, tengono conto delle differenti tipologie di materiale, segnalando e distinguendo:
♦  Testi di Sanguineti + antologie + articoli su riviste
♦  Monografie contenenti appunti e/o ritagli articoli
♦  Contenitori di articoli e/o ritagli articoli
♦  Video

É stata data precedenza al materiale impilato sul pavimento, costituito essenzialmente da testi e antologie inviate in dono e da plichi contenenti ritagli di articoli corredati da appunti e recensioni del Professore.
Successivamente sono stati prelevati i volumi posizionati nella parete a destra, in larga parte autori del ‘900 italiano e testi di attualità politica.
Da segnalare inoltre come, per ogni autore, la raccolta dei testi sia nella disposizione originaria corredata da libri di critica e saggistica ad esso inerenti.

In particolare:

Nello studio A sono state collocate principalmente opere sul Novecento italiano:
♦  Poesia (opere di D’Annunzio, M. Luzi, V. Sereni, G. Caproni, G.Giudici, S. Penna..)
♦  Narrativa (opere di G. Leopardi, C. Pavese, A. Palazzeschi, G. Scerbanenco, C.E. Gadda, Tadini..)
♦  Studi  critici su poesia e letteratura italiana
♦  Sezione dedicata al Futurismo

Sulla scrivania di Edoardo Sanguineti e sugli scaffali attigui si trovavano principalmente:
♦  Lessici e dizionari

Sul pavimento molte
♦  Antologie di poesia contemporanea pervenute per dono (in particolare dai paesi dell’est).

Nello studio B sono state collocate le opere riguardanti:
♦  Arte
♦  Musica
♦  Cinema
♦  Teatro
♦  Classici latini e greci

Nel corridoio

Sul lato sinistro:
♦  Sezione dedicata alla letteratura francese
♦  Opere di psicologia/psicanalisi (Freud / Jung)
♦  Opere complete di Marx e Engels
♦  Enciclopedie
♦  Manifesti futuristi (1909-1944)

Sul lato destro:
♦  Sezione di studi danteschi
♦  Studi critici sulla letteratura

Nella camera dei figli:
♦  Opere di letteratura straniera (opere di Shakespeare, Cervantes, Nabokov, Goethe, Orwell..)
♦  Opere sulla storia e filosofia (Kant, Hegel, Benjamin, Lucacs..)

Nella camera matrimoniale:
♦  Opere d’arte

Il trasferimento dei volumi

Il 16 aprile 2015  sono iniziate le procedure di trasloco dei restanti volumi della Biblioteca Edoardo Sanguineti. Una ditta specializzata è stata incaricata dal Segretariato Regionale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la  Liguria di trasferire i suddetti volumi dalla casa di famiglia alla sede della Biblioteca Universitaria.
Le modalità di trasferimento dei volumi hanno tenuto conto delle indicazioni già concordate in occasione del primo trasloco.

Su indicazione della Sig.ra Luciana Garabello Sanguineti sono stati prelevati per primi i volumi collocati nella stanza del figlio Michele (29 scatole,  2848  voll.).
Si è proseguito poi nella  “Stanza del pianoforte” (48 scatole, 4.609 voll), nel corridoio (35 scatole, 2.887 voll.).
Infine sono stati inscatolati i restanti volumi dello studio (44 scatole, 3.290 volumi).  

Le scatole ultimate sono state  quotidianamente prelevate e trasferite al piano terra della nuova sede della biblioteca, nel locale adiacente allo spazio denominato Magazzino Sanguineti.
In tutto sono stati prelevati n.  13.634  volumi corrispondenti a 500 m.l.
Le operazioni di trasferimento si sono concluse il 30 maggio 2015.

Rimangono nella casa di famiglia la raccolta libraria d’arte e ca.  50/60  m.l. di volumi di proprietà della Sig.ra Luciana Garabello Sanguineti.

La catalogazione

La catalogazione in SBN dei materiali bibliografici del Magazzino Sanguineti comporta le seguenti procedure:

•    Cattura o creazione di monografie, riviste, DVD, video…
•    Soggettazione e classificazione

La tipologia di collocazione scelta, nell’intento di mantenere il più possibile inalterata la disposizione della “Biblioteca Sanguineti”, è una collocazione dedicata ad ogni ambiente dell’abitazione del poeta, corredata dalla collocazione per sistema di classificazione, con indicazione di:

•    Sezione
•    Simbolo di Classificazione Decimale Dewey
•    Chiave autore/titolo  

Esempio :

•    Studio A
•    853.914
•    SANGE 1

Logo e Timbro

Ogni unità fisica  viene  contraddistinta dalla dicitura “Biblioteca Edoardo Sanguineti” con apposita serie inventariale  e apposizione del timbro per il quale è stato individuato un logo definito dalla dicitura “Magazzino Sanguineti” (tratto dalla mostra tenutasi al Palazzo Ducale di Genova il 23 maggio – 27 giugno 2004, progettata da Francesco Frassinelli, Marta Oddone, Davide Perfetti, Valter Scelsi e curata da Erminio Risso e Valter Scelsi) unita a un profilo di Edoardo Sanguineti creato da Mario Persico.

Tutti gli autori, che ringraziamo, hanno già concesso il loro nullaosta all’utilizzo delle immagini create.